Il massaggio profondo del tessuto

massaggio profondo del tessutoDi tipi di massaggi, come sai, ce ne sono davvero tanti. Ognuno di essi è adatto per delle situazioni particolari o alcune condizioni mediche. Invece ci sono altri che sono sostanzialmente ideali al fine di rilassarsi. Ci sono poi dei trattamenti più benefici in quanto vanno a massaggiare con alcune tecniche specifiche, e in questo caso parliamo del massaggio profondo del tessuto.

Hai mai sentito parlare di questo tipo di trattamento? Innanzi tutto diciamo che non si tratta di un semplice massaggio che ci permette di rilassarci, ma si tratta di qualcosa di molto più speciale e con delle qualità benefiche molto più espanse. Allora rispondiamo a questa domanda:

Che cos’è il massaggio profondo del tessuto?

Il massaggio profondo del tessuto è un tipo di terapia di massaggio che si concentra sul riallineamento degli strati più profondi dei muscoli e del tessuto connettivo. Questo trattamento è particolarmente utile per i dolori cronici e quelli relativi alle zone contratte (come ad esempio la rigidità del collo e/o della parte superiore della schiena, il mal di schiena, la rigidità muscolare delle gambe, e il mal di spalle).

Alcune delle tecniche utilizzate in questo caso, sono usate anche nella terapia del massaggio classico ma, tuttavia, per massaggiare il tessuto in profondità si eseguono dei movimenti più lenti e una pressione più profonda e concentrata sulle aree di tensione e dolore. Tutto questo viene fatto al fine di raggiungere il substrato dei muscoli e della fascia (muscoli circostanti al tessuto connettivo) .

Come funziona questo trattamento?

Quando c’è una tensione muscolare cronica o alcune lesioni, di solito ci sono delle aderenze (fasce di tessuto rigido molto dolorose) nei muscoli, vicino ai tendini o vicino ai legamenti. Le aderenze possono bloccare la circolazione e causare appunto dolore, ma anche limitazione dei movimenti e infiammazioni. Per  questo, il massaggio profondo del tessuto è molto utile, in quanto ha la capacità di rompere queste aderenze al fine di alleviare il dolore e ripristinare la normale circolazione sanguigna.

Per fare questo, il massaggiatore usa non solo delle particolari tecniche nei punti giusti, ma anche degli specifici oli da massaggio ed una pressione profonda e diretta. Tuttavia, i muscoli devono essere rilassati in modo che il terapeuta possa raggiungere la muscolatura più profonda e svolgere il suo lavoro nel migliore dei modi, e al fine di ottenere maggiori risultati.

Questo trattamento è doloroso?

In certi punti, durante il massaggio, la maggior parte delle persone provano solitamente un po’ di disagio e anche dolore. In questi casi, è importante informare il massaggiatore, o che comunque il professionista sia in grado di accorgersene in maniera tale da potersi comportare di conseguenza.

Di solito c’è una certa rigidità o dolore anche dopo un massaggio profondo del tessuto, ma questo dovrebbe andare gradualmente a diminuire entro un giorno o poco più. Il terapeuta può anche raccomandare l’applicazione di ghiaccio sulla zona in questione, già da subito dopo il massaggio.

Quali sono i vantaggi del massaggio del tessuto profondo?

Questo massaggio ha in sé concentrate delle grandi potenzialità e la prima di tutte è quella del semplice tatto. In seguito, c’è da dire che il massaggio profondo del tessuto, di solito, si concentra su un problema specifico, come ad esempio: il dolore cronico muscolare, la riabilitazione lesioni, il mal di schiena, la mobilità limitata, il recupero da infortuni (ad esempio colpo di frusta, cadute, lesioni sportive),le lesioni da sforzo ripetitivo (come la sindrome del tunnel carpale o la tendinite), i problemi posturali, la tensione muscolare ai muscoli posteriori degli arti inferiori, la sciatica, gli spasmi, ecc.. Perciò è ovvio che i vantaggi del trattamento si vanno a riscontrare appunto nella zona massaggiata.

Tuttavia, è anche stata fatta una ricerca che ha confermato che moltissime persone hanno trovato più efficace questo tipo di manipolazione, rispetto a trattamenti farmacologici, alla chiropratica, all’agopuntura, e a tante altre soluzioni prescritte per le loro problematiche.

Il massaggio profondo del tessuto ha anche riportato i maggiori successi per quanto riguarda la diminuzione del dolore da fibromialgia. Inoltre, molta gente ha dimostrato di riuscire a muoversi molto meglio subito dopo un massaggio profondo del tessuto.

Come dovrebbe agire un massaggiatore sin dalla prima seduta?

I massaggiatori possono utilizzare le punte delle dita, le nocche, le mani, i gomiti e gli avambracci durante il massaggio dei tessuti profondi. È possibile anche chiedere al paziente di respirare profondamente in modo che il massaggiatore riesca a lavorare meglio su alcune aree di tensione.

Ci sono delle precauzioni da prendere…

Infatti, questo tipo di massaggi non è raccomandato per persone che hanno malattie infettive della pelle o eruzioni cutanee o ferite aperte, da persone che hanno appena subìto un intervento, una chemioterapia o trattamenti basati su radiazioni, e da chi non ha ottenuto l’approvazione del medico. Ad esempio, le persone con l’osteoporosi devono sempre consultare il medico prima di farsi fare un massaggio.

Anche le persone soggette a coaguli di sangue dovrebbero evitare. Così come le donne incinte dovrebbero chiedere prima il consiglio al medico. Il massaggio profondo del tessuto, non dovrebbe neanche essere fatto direttamente su contusioni, pelle infiammata, ferite non cicatrizzate, tumori, ernia addominale, o aree di fratture recenti.

I consigli pre e post-trattamento

Ogni massaggiatore dovrebbe comunicare al paziente cosa fare prima e dopo il massaggio. Prima della seduta, ad esempio, non si dovrebbe mangiare un pasto pesante e non bisognerebbe arrivare in ritardo o essere di corsa. Inoltre bisognerebbe sempre comunicare in anticipo che il massaggio profondo del tessuto può causare dolore o tenerezza muscolare, che possono durare un giorno o due.

Dopo il massaggio è anche consigliabile bere molto, in quanto può aiutare a eliminare le tossine che vengono rilasciate dai muscoli, e reidratare correttamente la muscolatura. Questo può anche contribuire a ridurre i dolori muscolari e la rigidità dopo il massaggio. Bisognerebbe anche evitare sforzi dopo la seduta. Si può consigliare lo stretching che può aiutare a prevenire i dolori muscolari conseguenti.

Ad ogni modo, in conclusione, è sempre importante sapere che il massaggio non è destinato a coprire tutte le possibili precauzioni, interazioni farmacologiche, circostanze o effetti avversi. Quindi non sempre può essere l’unico trattamento necessario. Per questo sarà sempre molto utile consultare il medico prima di sottoporsi ad un massaggio profondo del tessuto.

Ti potrebbero anche interessare:

Taggato con: ,
Pubblicato in Massaggio metamerico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accedi adesso ai primi video dimostrativi!

Rispetto la tua privacy e il tuo nome non sarà mai ceduto a terze parti ! Se riceverai delle email di aggiornamento conterranno sempre un link da cui potrai cancellarti con un semplice click !

Informativa sulla Privacy

Tipi Di Massaggio

Scopri i tipi di massaggio che puoi imparare.

Facebook