Ayurveda e riflessologia: ecco le connessioni

riflessologiaAbbiamo spesso sentito parlare di Ayurveda e Riflessologia. Tuttavia, sappiamo davvero il loro significato e quali sono le connessioni tra loro? Ecco cosa dovrebbero sapere tutti coloro che si stanno avvicinando a queste discipline e all’arte del massaggio.

Sembrano due discipline e arti separate ma, in realtà, Ayurveda e Riflessologia, hanno molte cose ed effetti in comune e possono anche diventare un unico trattamento perfetto. Innanzi tutto, però, dobbiamo capire di cosa si tratta, parlando singolarmente di ognuna di esse. Ecco una breve panoramica.

Partiamo dall’Ayurveda…

Questa disciplina ci offre la più antica forma di medicina registrata. Spesso viene definita come la madre di tutte le forme di medicina, ma non tutti la conoscono a fondo. Iniziando dall’etimologia della parola, possiamo dire che Ayur (o ayus) significa ‘vita’, e veda e significa ‘conoscenza’. Quindi Ayurveda è lo studio della conoscenza della vita. Da questo studio sono poi nati gli attuali massaggi ayurvedici.

L’approccio ayurvedico per la salute e il benessere si basa sul concetto che esiste una profonda connessione tra mente, corpo e spirito. Questa filosofia afferma perciò che non c’è una reale separazione tra il corpo fisico e la mente. Quindi, in base a questo principio, non si può mantenere la salute fisica se la mente è infelice. Possiamo dedurre che l’Ayurveda ha una base spirituale e incoraggia le persone ad abbracciare delle pratiche spirituali sane.

Cosa possiamo dire della Riflessologia?

La riflessologia è un affascinante terapia olistica che è stata trovata davvero utile da molti professionisti e pazienti, in quanto è in grado anch’essa di portare la mente, il corpo e lo spirito al loro corretto ed originario equilibrio. E’ un trattamento non invasivo che può essere di grande beneficio per aiutare ad alleviare i disturbi legati allo stress e può essere utilizzato per tutte le età. A causa di questo vi è un crescente interesse per questo trattamento, così come accade per l’Ayurveda ed il massaggio ayurvedico.

La Riflessologia è sempre una forma di medicina alternativa che si concentra principalmente sui piedi. La teoria alla base di questa disciplina è che ci sono delle zone “riflesse” sui piedi e sulle mani che corrispondono a specifici organi, ghiandole e altre parti del corpo. (Ad esempio: le punte delle dita riflettono la testa.) I praticanti ritengono che una pressione in queste zone può promuovere la salute nei corrispondenti organi in base a degli specifici percorsi energetici.

Quali sono le connessioni tra Ayurveda e Riflessologia?

La prima cosa da dire è che queste due discipline hanno molte cose in comune. Ad esempio, come accade in genere per ogni tipologia di massaggio, per la maggior parte delle persone, entrambe sono pratiche molto rilassanti. Quindi sia la Riflessologia plantare che il massaggio ayurvedico comportano relax e riduzione dello stress fisico e mentale.

Per quanto riguarda le similitudini a livello psicologico, si può dire che entrambe le discipline e manipolazioni sono in grado di rafforzare la fiducia del paziente, creare auto-motivazione, permettere alla persona di sostituire i pensieri e sentimenti negativi con quelli più positivi e/o di svuotare la mente, e di migliorare la qualità del sonno, delle relazioni, della comunicazione con gli altri.

Tuttavia, oltre che ad avere degli effetti comuni, la Riflessologia può essere combinata con l’Ayurveda.

Solitamente si tratta di trattamenti che durano circa 40-45 minuti e si concentrano sui piedi e/o sulle mani  che vengono massaggiati nella loro interezza. Questo, generalmente, include un lavoro significativo sui lati e sulle superfici dorsali dei piedi.

La routine di un massaggio Ayurvedico unito alla Riflessologia, si può riassumere in quattro fasi di intervento, che vengono applicate nel seguente ordine: mobilitazione, stimolazione, energizzazione, fase finale. In queste, vengono utilizzati degli oli specificamente indicati nelle basi dell’Ayurveda. Andiamo ad analizzare le varie fasi.

  1. Mobilitazione

Le tecniche utilizzate in questa fase comprendono solitamente lo stretching, l’impastamento ed altre manovre abbastanza comuni. La mobilitazione è una fase del trattamento di Riflessologia e Ayurveda, che va a sciogliere i muscoli, i tendini ed i legamenti.

  1. Stimolazione

In questo passaggio vengono usate delle tecniche che comprendono attriti che possono essere effettuati ai lati delle dita, sulle nocche e sui palmi delle mani. Inoltre può essere utilizzata una certa pressione in qualche zona, manovra tipica della Riflessologia. La stimolazione è una fase che ha un effetto diretto sulla circolazione del sangue e linfatica, ed offre ai riflessologi dei metodi alternativi per lavorare zone riflesse.

  1. Energizzazione

In questo caso si vanno a lavorare alcuni punti considerati principali dall’Ayurveda e che sono molto importanti nel contesto in cui essa si combina alla Riflessologia. In questa fase, l’effetto è comunque rilassante ma, allo stesso tempo, si tratta di manovre che sono in grado di energizzare il corpo.

  1. Fase finale

I movimenti di finitura sono lenti e delicati rispetto alle tecniche precedenti che risultano essere molto più stimolanti. Si tratta anche di movimenti lunghi che contribuiscono a consolidare l’intera procedura basata su Ayurveda e Riflessologia, e lasciano al paziente una sensazione di rilassamento e protezione. Il trattamento si conclude quindi con una sequenza di massaggi che aiutano a disintossicare e riequilibrare l’energia del corpo.

Questo trattamento è una fusione davvero unica e sorprendente del massaggio ayurvedico e della Riflessologia del piede, a cui molti massaggiatori si stanno avvicinando. Certamente non semplice imparare ma, con un po’ di impegno, si potrà fare questo salto di qualità con molta soddisfazione. Inoltre i pazienti potranno beneficiare di un misto di sensazioni ed effetti benefici differenti da un massaggio di base.

Ayurveda e Riflessologia formano una bellissima e rilassante unione che nasce dall’antica Ayurveda e si combina con altre tecniche che vanno a massimizzare il riequilibrio fisico, mentale e spirituale di ogni persona. Non si tratta di un tradizionale massaggio ma di qualcosa di molto più complesso che va sempre a stimolare i punti riflessi, contribuendo così al benessere generale del corpo di ogni paziente.

Naturalmente, ogni professionista del settore ha in qualche modo personalizzato questo trattamento di Ayurveda e Riflessologia, con piccole modifiche e/o aggiunte, in base alla propria esperienza e formazione. Ad ogni modo, è un trattamento sicuro, non invasivo, ed in grado di stimolare la capacità naturale del corpo di guarire e riequilibrarsi.

Ti potrebbero anche interessare:

Taggato con: ,
Pubblicato in Massaggio Ayurvedico, Riflessologia Plantare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accedi adesso ai primi video dimostrativi!

Rispetto la tua privacy e il tuo nome non sarà mai ceduto a terze parti ! Se riceverai delle email di aggiornamento conterranno sempre un link da cui potrai cancellarti con un semplice click !

Informativa sulla Privacy

Tipi Di Massaggio

Scopri i tipi di massaggio che puoi imparare.

Facebook